Oculopatie Ereditarie

 

 

Tra le patologie oculari ereditarie più gravi che colpiscono i Retrievers ricordiamo l'Atrofia Progressiva della Retina (PRA, prcd), la cataratta ereditaria e la displasia della retina (nella sua forma “geografica” o “totale”). Tali patologie sono trasmissibili ereditariamente, possono condurre a cecità il soggetto affetto e/o determinare la produzione di progenie cieca. Altre patologie oculari ereditarie invece affliggono funzionalmente ed esteticamente il soggetto, ma non ne compromettono a livello grave la salute, come ad esempio: l’ectropion, l’entropion e la distichiasi.  Per la prevenzione di queste ed altre patologie oculistiche, alcune delle quali sono progressive (cioè insorgono in età adulta, come la PRA), è necessario il controllo dei riproduttori da parte di veterinari oculisti specialisti che attestino, dopo visita oftalmologica, l'assenza di lesioni oculari riconducibili ad oculopatie ereditarie con un certificato ufficiale. La certificazione deve essere ripetuta annualmente per i soggetti riproduttori e non deve essere più vecchia di un anno dal momento dell'accoppiamento. Di seguito si riporta una tabella indicativa delle principali oculopatie ereditarie nel Golden e della possibilità di riprodurre i soggetti che ne sono affetti. Ricordiamo a tal proposito che alcune di tali patologie presentano una diversa espressione ed ereditarietà nelle diverse razze Retrievers, come ad esempio la displasia della retina (che nel Labrador, a differenza del Golden, è determinata da un gene autosomico dominante che determina frequentemente cecità alla nascita ed è associata ad anomalie ereditarie oculari multiple e a difetti scheletrici sistemici). Pertanto, le indicazioni suggerite riguardo alla riproducibilità del soggetto sono da riferire esclusivamente alla razza Golden.

Homozygous Normal

Normal/Clear

Can be bred to any dog, extremely
low risk of producing affecteds

Extremely low risk 

Heterozygous

Carrier

Should be bred only to Normal/
Clear to remove risk of producing 
affecteds

Extremely low risk

Homozygous Mutant

Affected

Should be bred only to Normal/
Clear to remove risk of producing
affecteds

Very high risk

Nonostante I test genetici finora disponibili non siano diagnostici per tutte le possibili forme ereditarie di PRA nel Golden (rendendo pertanto comunque necessario l’esame oftalmologico annuale per escluderle), essi rappresentano un prezioso strumento per gli allevatori, in quanto consentono di pianificare in sicurezza il proprio programma di allevamento anche in presenza di linee di sangue portatrici della patologia.

Il RCI suggerisce di sottoporre tutti i riproduttori a controllo annuale oculistico da parte di un veterinario specialista, per escludere la presenza delle patologie ereditarie illustrate e di altre patologie oculistiche riscontrate con minor frequenza.

Oculopatie ereditarie nel Golden Retriever più frequentemente rilevate in ambito internazionale

"L’elenco delle oculopatie di possibile origine genetica nel cane comprende situazioni patologiche più o meno gravi che possono alterare le condizioni di vita dell’animale o passare del tutto inosservate. Anche se per una corretta selezione si dovrebbe cercare di eliminarle tutte, un approccio razionale alla prevenzione delle oculopatie ereditarie comporta l’individuazione delle malattie che possono determinare cecità e sofferenza al cane; quando diagnosticate i soggetti affetti dovrebbero essere obbligatoriamente esclusi dalla riproduzione. Per rendere più mirati i controlli, le patologie sono suddivise in due sottogruppi, il primo, il sottogruppo A, comprendente le malattie che richiedono un controllo prioritario ed il secondo, il sottogruppo B, comprendente le malattie che pur essendo di possibile origine genetica hanno un impatto minore sulla salute del cane e possono essere oggetto di un’ulteriore selezione qualora si determinasse un’eccessiva prevalenza in alcune razze. Queste liste non comprendono alcune malattie oculari ritenute di origine genetica che si presentano con minore frequenza o che sono meno importanti per la selezione."

 

Sottogruppo A 

 

Atrofie della retina (PRA, CPRA-RPED, cecità diurna) – Malattie degenerative che alterano alcune strutture della retina da cui dipende la funzione visiva e che progrediscono fino alla parziale o completa cecità . Si conoscono più tipi di PRA riferiti a diversi meccanismi di insorgenza a loro volta legati a componenti genetiche multiple (displasie dei fotorecettori che sono precocemente alterati o loro degenerazione in fasi successive della vita). Per questo motivo in rapporto alla razza la PRA può essere evidenziata con una visita oculistica, anche se effettuata da un medico veterinario particolarmente esperto, solo ad una certa età, quando ha determinato alterazioni osservabili sul fondo dell’occhio. Le indagini elettroretinografiche possono consentire una diagnosi più precoce ma oggi i test sul DNA consentono un più razionale approccio al problema.

 

Cataratta – Opacità localizzata o diffusa della lente e/o della sua capsula. Se è completa e bilaterale comporta cecità. Ai fini della selezione deve sempre essere considerata ereditaria se non è possibile definirne una diversa causa (trauma, uveite, metabolica, nutrizionale, congenita associata a persistenza della membrana pupillare o della struttura ialoidea).

 

Displasia della retina – Alterazione dello sviluppo della retina non progressiva, di solito presente fin dalla nascita ma che si può verificare in fasi successive, comunque prima del termine del suo sviluppo. Si può presentare in tre forme diverse, rispettivamente caratterizzate dalla presenza di pieghe retiniche, aree di alterazione a forma geografica e distacco della retina. In tutte tre si ritiene abbia origine genetica anche se non si conoscono ancora tutti i meccanismi patogenetici in tutte le razze.

 

Glaucoma – Caratterizzato dall’aumento della pressione intraoculare che può danneggiare irreversibilmente le strutture oculari. Esistono diversi tipi di glaucoma per cui si dovrebbe sempre parlare di “glaucomi”. Conseguono al minore deflusso dell’umore acqueo attraverso il sistema di drenaggio nello spazio delimitato dalla base dell’iride e dalla cornea (angolo iridocorneale). Ai fini della diagnosi occorre misurare il valore della pressione intraoculare con un apparecchio di misurazione elettronico (tonometro) ed osservare la conformazione dell’angolo applicando una particolare lente sull’occhio del cane (gonioscopia). Questi esami non rientrano nella normale visita oculistica che si effettua per la diagnosi della oculopatie ereditarie ma si applicano in casi particolari in razze a rischio su richiesta dell’allevatore o per accordi con il club di razza.

 

Sottogruppo B

 

Cisti uveali – Formazioni cistiche che originano dalla superficie posteriore dell’iride e che, in alcune razze, possono essere particolarmente numerose e concomitanti a glaucoma.

 

Distichiasi – Presenza di ciglia che nascono sul bordo delle palpebre e possono irritare l’occhio per il contatto con la cornea e la congiuntiva.

 

Distrofia corneale – Condizione più o meno grave in rapporto al settore della cornea interessato. Varia da un’opacità localizzata bilaterale che di solito non altera la funzione visiva alla completa opacizzazione della cornea che diventa azzurra, inspessita e, a volte, deformata.

 

Ectropion – Difetto di conformazione delle palpebre che sono parzialmente ribaltate verso l’esterno con conseguente esposizione della congiuntiva agli stimoli ambientali e congiuntivite.

 

Persistenza della membrana pupillare (PPM) – Persistenza di residui di strutture vascolari presenti in camera anteriore che, in rapporto alla loro dimensione ed estensione, possono passare del tutto inosservate o causare gravi deficit funzionali.

News Golden Retriever:

Sono nati 6 Cuoricini D'oro!!!

Sono nati 9 Cuoricini D'oro!!!

ISLABONITA NORVEGESI DELLE FORESTE

Allevamento Gatti

Norvegesi delle Foreste

Visita il nostro sito

WEDDING DOG ISLABONITA

Per Il Tuo Matrimonio Con

Il Tuo Amico Con La Coda

Visita il nostro sito

(24.04.2017 Il Nostro Golden Wedding)

Sei tu, tu che hai reso possibile tutto questo, che mi hai reso la donna che sono oggi.

Quando sei nata, il 24.04.2007, in questo luogo, ero sicura che fossi la stella più bella del cielo e oggi non c'è cosa più preziosa di averti tra le mie mani.

10 anni e sei sempre una splendida fanciulla.

Buon compleanno mia dolcissima Athena, tu per me sei tutto e lo sarai sempre!!

Ti amo.

La Tua Mamma.

Ci Siamo Trasferiti!

Dopo quanto accaduto alla nostra povera Gaia, causando enorme sofferenza, disagio e invivibilità del posto in cui vivevamo e lavoravamo con i nostri amati cani e i nostri amati gatti a Bergamo, abbiamo deciso di trasferire l'Allevamento. Ricominceremo da capo, per Gaia. 

Nos vemos pronto en la Nueva Islabonita!

Vuoi tenerti aggiornato sulle nostre iniziative e sulle prossime nascite? Iscriviti alla nostra Newsletter!

Contatti

Allevamento Islabonita

Via Nuova snc Loc. Bertoni

29020 Travo (PC)

Tel. +39 327 75 72 418

 

 

Stampa Stampa | Mappa del sito
© 2018 by ALLEVAMENTO ISLABONITA - Strada Nuova snc - 29020 Travo (PC) Partita IVA: 08393170967 E' vietata la riproduzione anche parziale, senza preventiva autorizzazione scritta